Problemi di erezione e come risolverli

L’impotenza maschile è un disturbo sessuale che si manifesta con la difficoltà di avere un’erezione o la sua completa perdita. Secondo le statistiche dell’OMS, la disfunzione erettile si verifica in un terzo degli uomini di 50-60 anni come risultato della naturale diminuzione della produzione di ormoni sessuali. Tuttavia, sempre più spesso questo problema si verifica all’età di 20-30 anni. I medici attribuiscono questo al deterioramento dell’ambiente, allo stress e alla vita sedentaria.

Cause della disfunzione erettile

Il normale funzionamento dei genitali maschili dipende da molti fattori, quindi di solito la disfunzione erettile è dovuta agli effetti di varie cause psicogene o organiche. I più comuni includono:

  • Psicologico – quando la disfunzione genitale maschile è associata a stress, ansia, disturbi mentali e depressione.
  • Ormonale – diminuzione degli ormoni sessuali maschili, aumento degli ormoni femminili (normalmente sono prodotti anche negli uomini), anomalie della ghiandola tiroidea, diabete mellito.
  • Vascolare – insufficienza venosa o arteriosa, pressione alta, aterosclerosi (deposito di placche di colesterolo), vene varicose.
  • Neurologico – varie neuropatie, lesioni dei dischi intervertebrali, sclerosi multipla, tumori del cervello e del midollo spinale.
  • Traumatico – danni ai vasi sanguigni, ai nervi e/o ai muscoli del pene durante un intervento chirurgico o un trauma.

Anche la difficoltà a mantenere l’erezione può provocare obesità, abuso di alcol, fumo, vita sedentaria e l’assunzione di alcuni farmaci (antidepressivi, ormoni, psicofarmaci).

impotenza maschile

Sintomi di impotenza

La disfunzione erettile può essere sospettata quando sono presenti i seguenti sintomi:

  • Eiaculazione precoce;
  • Difficoltà nell’iniziare e continuare un rapporto sessuale;
  • Erezione debole, che rende il sesso di scarsa qualità;
  • Orgasmo non sufficientemente vivido;
  • Una diminuzione del liquido seminale;
  • Perdita di erezioni involontarie (erezioni mattutine e notturne) o molto meno;
  • Disagio durante l’intimità;
  • Assenza di erezione anche in presenza di una forte eccitazione.

Ignorare i sintomi e il rinvio intempestivo a specialisti può portare all’impotenza sessuale completa, a disturbi psicologici e all’infertilità.

Trattamento della disfunzione erettile

La scelta dei metodi di terapia per la disfunzione erettile dipende direttamente dalla causa che ha portato alla patologia. Ci sono diverse aree terapeutiche popolari che vengono utilizzate in quasi tutti i casi: somministrazione di farmaci farmacologici, fitoterapia, così come metodi non medicinali.

impotenza cause

Rimedi farmacologici per la disfunzione erettile

In generale, i seguenti gruppi di farmaci sono utilizzati in medicina:

  • Sostanze che normalizzano il flusso sanguigno nei vasi del pene – le più comunemente usate sono gli antispastici e gli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 – farmaci che colpiscono la muscolatura liscia delle pareti vascolari e migliorano il flusso sanguigno al pene. Tali farmaci possono essere utilizzati sotto forma di compresse o iniezioni nel pene. È importante notare che, nonostante la loro efficacia, possono causare una serie di reazioni avverse: disturbi visivi, mal di testa, disturbi intestinali e perdita dell’udito (in casi molto rari).
  • Farmaci ormonali – questi includono analoghi sintetici dell’ormone sessuale maschile testosterone. La loro ricezione è necessaria nei casi in cui la disfunzione erettile è sorta su uno sfondo di squilibrio ormonale. Tuttavia, la terapia ormonale è controindicata in presenza di malattie cardiovascolari, problemi epatici e del tratto urinario. C’è anche la possibilità di sviluppare obesità e neoplasie in vari organi durante il trattamento a lungo termine con testosterone.

Terapia naturale per la disfunzione erettile

Alcune piante medicinali possono trattare efficacemente la disfunzione sessuale maschile. Hanno un effetto più blando sul corpo e non causano quasi nessuna reazione avversa. Può essere usato dagli uomini nelle prime fasi di indebolimento della potenza come metodo indipendente di trattamento. Con sintomi più pronunciati, le erbe medicinali sono efficaci come aggiunta alla terapia principale.

I rimedi naturali per l’impotenza come questi sono spesso utilizzati:

  • Ginseng – benefico per il sistema nervoso, ha proprietà antiossidanti benefiche, migliora il flusso di sangue nei muscoli del pene e aiuta a ripristinare la normale funzione testicolare.
  • I semi di zucca – sono ricchi di zinco, che è un elemento costitutivo del testosterone, così come il potassio, che è essenziale per normalizzare la pressione sanguigna. Inoltre, sono ricchi di vitamine E, B, D, K e C, contribuendo alla resistenza generale del corpo.
  • Muira puama – la radice di questa pianta è un afrodisiaco naturale che può stimolare la libido maschile.
  • Tribulus – una pianta con un alto contenuto di sostanze biologicamente attive che influenzano la produzione di testosterone, aumentare il desiderio sessuale, migliorare la potenza e aumentare le erezioni.
  • Ginkgo biloba – ha un effetto positivo sulla psiche e si occupa bene dell’alterazione del flusso sanguigno nei tessuti del pene.
impotenza rimedi naturali

In generale, la presenza di un gran numero di sostanze biologicamente attive contribuisce all’aumento della libido e alla ripresa della normale vita sessuale. Sulla base degli estratti delle piante sopra menzionate, vengono prodotti combinati integratori per l’erezione. In questo modo migliorano l’effetto l’uno dell’altro e hanno una maggiore biodisponibilità. Inoltre, tali preparati possono essere acquistati senza prescrizione medica a causa dell’assenza di effetti collaterali.

Altre terapie

Nella medicina tradizionale bene con la disfunzione erettile si è mostrato:

  • Psicoterapia – se la disfunzione erettile è causata da fattori psicogeni, è necessario rivolgersi a uno psicoterapeuta e sessuologo per una terapia cognitivo-comportamentale e di coppia.
  • La terapia a onde d’urto – è un metodo di trattamento basato sull’applicazione a breve termine di onde acustiche. Un corso di tali procedure aiuta a stimolare la rigenerazione dei tessuti, eliminare le anomalie vascolari e restituire l’erezione normale.
  • La magnetolaserterapia è un metodo di fisioterapia con raggi laser a bassa frequenza e un campo magnetico in una zona. Ha effetti analgesici e antinfiammatori, migliora il flusso di sangue negli organi pelvici.
  • L’uso di dispositivi meccanici – per gli uomini con un’erezione insufficiente, è indicato l’uso di massaggi a vuoto e anelli di costrizione. In primo luogo, uno speciale dispositivo a vuoto stimola il flusso di sangue al pene, dopodiché un anello elastico viene posto alla sua base, impedendo il deflusso del sangue. Tuttavia, la tecnologia ha enormi svantaggi – mancanza di spontaneità dell’erezione e comparsa di lividi dall’anello.
  • Il massaggio prostatico è una tecnica di pressione diretta delle dita sulla ghiandola prostatica attraverso l’ano.
  • Gli esercizi di Kegel sono una speciale tecnica di esercizio che ha l’effetto di massaggiare indirettamente la prostata.

È importante capire che la terapia della disfunzione erettile è un processo lungo e complesso. È importante seguire regolarmente tutte le raccomandazioni, condurre uno stile di vita sano e prevenire le malattie genitourinarie.


A che età iniziano i problemi di erezione?

La disfunzione erettile può svilupparsi in tutti gli uomini che sono in età riproduttiva (da 18 a 80 anni).

A quale specialista dovrei rivolgermi se ho una disfunzione erettile?

A seconda della causa, il trattamento è affrontato con specialisti strettamente focalizzati – sessuologo, andrologo, psicoterapeuta o endocrinologo.

Miglior integratore per la disfunzione erettile?

Un esempio di un buon rimedio naturale in Italia è Erostone capsule, così come i suoi omologhi come: Potencialex, Eretron Aktiv, Erofertil

Laura Laforet

Informazioni sull'autore: Laura Laforet

Ho conseguito la specializzazione in farmacologia medica nel 2013 presso la Scuola di Medicina dell' Università della Campania "L.Vanvitelli" ex SUN. Sono un medico e attualmente lavoro presso la Casa della Salute di Casalecchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *